Share |

Politici in campo contro la legge sull'omofobia

Sulla spinta delle firme raccolte a sostegno della campagna contro la legge sull'omofobia, abbiamo iniziato a interpellare i parlamentari cattolici chiamati a esprimersi sul disegno di legge che, dopo essere stato approvato dalla Commissione Giustizia, verrà discusso in aula alla Camera a partire dal 26 luglio (data spostata rispetto all'annuncio precedente che parlava del 22 luglio). Ovviamente i giudizi dei parlamentari potrebbero non coincidere esattamente con le posizioni assunte dal nostro quotidiano in materia, ma è comunque parte della nostra campagna, tesa a spingere i parlamentari di buona volontà a intervenire per fermare questa legge.

Oggi presentiamo due interventi: dell'onorevole Paola Binetti e del senatore Carlo Giovanardi. E riportiamo inoltre il comunicato stampa dell'eurodeputato veneto Sergio Berlato, a sostegno della nostra campagna per la raccolta di firme contro la legge sull'omofobia.

- PAOLA BINETTI: SI RISCHIA DI CREARE UN REATO D'OPINIONE
"Siamo tutti d'accordo nel No a qualsiasi forma di violenza e discriminazione, ma la legge contro l'omofobia ha pesanti ambiguità che vanno corrette".

- CARLO GIOVANARDI: SI STA SCATENANDO UN'ONDATA DI ETEROFOBIA
"Se questa legge venisse approvata le conseguenze sarebbero catastrofiche per la libertà di esprimere le proprie opinioni o i propri orientamenti religiosi. Ma è questa la vera finalità del progetto di legge".

- SERGIO BERLATO: QUESTA LEGGE NON DEVE PASSARE
"Chiunque abbia a cuore i diritti fondamentali dell'uomo, deve opporsi a questa legge"